SPECIALE SCUOLE

laboratorio_eutimide_ceramista_2013_greco_b

VISITE GUIDATE e ATTIVITÀ LABORATORIALI
Su prenotazione (tel. 0541.704421.26.28)
costo € 8.00 a studente (comprensivo di ingresso)

Dentro i PROFILI DEL MONDO
Itinerario guidato attraverso le mostre di Castel Sismondo, FAR e Museo della Città. Durata 2h
Il percorso tocca alcune delle tante mostre che compongono la Biennale del Disegno 2016 allestite nelle principali sedi espositive nel centro della Città. In una  sorta di incanto, seguendo linee e contorni di paesaggi sempre diversi che indagano l’uomo e la natura. Fra paesaggi reali e ideali, fra arte antica e contemporanea, figure umane e ritratti si compone una narrazione che ha come filo conduttore il disegno, la sintesi grafica di una forma.

Incontri di arte terapia

Con il corpo, con l’opera d’arte
Castel Sismondo I Sironi di Sironi, Domenico Rambelli
(durata 2 h) per bambini e adulti
A cura di Debora Branchi
L’obiettivo è invitare a comunicare attraverso il corpo, attivare la creatività per realizzare una nuova opera. Ciascun partecipante, scelta l’opera che più lo ha colpito nell’esposizione, la ricrea con l’argilla e poi la imita con il corpo e con l’espressione del volto, creando una “scultura vivente”. Sotto la guida dell’arteterapeuta “le sculture viventi” si presentano dando vita a una performance collettiva che attiva nuove modalità di socializzazione all’interno del gruppo.

Arteterapia al Museo
FAR e Museo della Città Profili del mondo
(durata 2 h) per scuole di ogni ordine e grado; bambini, ragazzi e adulti (dai 6 anni), disabili, centri di salute mentale, associazioni interculturali
A cura di Sonia Fabbrocino

Il laboratorio, un’esperienza formativa attraverso l’incontro con l’Arte e il processo creativo, trae ispirazione dalle suggestioni delle opere con metodologie proprie dell’Arteterapia. I partecipanti, stimolati ad entrare in contatto con le immagini, i materiali, gli oggetti, e l’uso di media differenti, elaborano espressioni personali rappresentando diverse immagini di sé, le relazioni con gli altri, la creazione artistica di “mondi possibili”.
L’attività privilegia la relazione e il processo creativo, attribuendo al processo un valore preminente rispetto all’oggetto artistico in sé.

Le mani esplorano le mie tracce e i “miei paesaggi”…
FAR Profili del mondo
(durata 2 h) per ragazzi e adulti
A cura di Debora Branchi
Dall’osservazione delle opere con rappresentazione di paesaggi nasce lo stimolo per guardare dentro se stessi ed esprimersi nel creare tracce sul foglio, in un dialogo fra sé e sé in cui, lavorando a terra, si vive un’esperienza che coinvolge mente e corpo. Il rapporto con il gruppo dei partecipanti favorisce lo sviluppo delle risorse creative e di un differente “sentirsi”.

Esploro la mia sagoma
Museo della Città Ala Nuova Cantiere disegno
(durata 2 h) per bambini e adulti
A cura di Debora Branchi
Lavorare sulla propria identità, su una “ricerca geografica” di se stesso attraverso il segno del proprio corpo.
Questo l’obiettivo dell’attività che,  con il disegno della sagoma dell’altro, crea un primo approccio relazionale e nel contempo un confine con l’altro da sé, cioè il gruppo e il mondo esterno. Con il supporto e la conduzione dell’arteterapeuta ognuno presenta la propria traccia e il proprio profilo, in un momento collettivo di confronto.

Narrazioni animate

Suoni d’acqua
FAR L’acqua disegna
(durata 2 h) per scuole di ogni ordine e grado
A cura di Giacomo Depaoli
Cercando di trasmettere il senso evocativo dell’acqua, elemento primordiale da cui si origina la vita, si propone un piccolo evento narrativo con lo scopo anche di sensibilizzare i bambini e i ragazzi sull’importanza primaria di questo elemento.
I fenomeni acustici e le proprietà sonore dell’acqua aprono a un percorso fatto di suoni (piatti, triangolo, campane, bicchieri, conchiglie, zucche…) messi in relazione con l’acqua alla scoperta di una nuova identità sonora. Attraverso l’incontro con l’acqua viene  alterata la funzione originaria dell’oggetto che, in questo modo, diviene un mediatore emozionale e crea una originale realtà sonora e acustica.

Tecniche di pittura
Si alzi il sipario
Museo della Città La linea continua
(durata 1,5 h) per scuola primaria (6-10 anni)
A cura di Eleonora Gessaroli
Nella sezione della mostra che propone un corpus di disegni di scenografia dalla fine del XVII secolo alla metà dell’Ottocento, i progetti destinati a creare l’ambientazione di spettacoli teatrali sollecitano i partecipanti a realizzare un personale teatrino tridimensionale. Con carta e cartone ognuno realizza la scenografia frutto della sua fantasia: castelli fiabeschi, lande deserte, alte montagne, città affollate …  saranno gli ambienti in cui si svolgeranno le singole storie

Il corpo umano e il ritratto: tecniche di rappresentazione
FAR e Museo della Città Profili del mondo
(durata 2 h) per scuola primaria e secondaria; bambini, giovani, adulti e famiglie
A cura di Sonia Fabbrocino
Il laboratorio indaga il concetto di identità e dell’immagine di sé attraverso l’ascolto, lo sguardo e tecniche grafo-pittoriche che avvicinano allo studio e alla interpretazione della figurazione umana. A partire dall’esplorazione delle emozioni, alle espressioni rintracciate nei contorni del corpo e del volto, per percepire in modo nuovo i profili di un mondo intimo.
I materiali artistici diventano strumenti di conoscenza percettiva e sensoriale e di espressione creativa offrendo stimoli molteplici. Ogni partecipante -anche chi non si è mai cimentato nel disegno-, munito di una propria fotografia, realizza un ritratto/autoritratto reale e simbolico, proiezione e profilo della propria immagine, supportato da input nelle varie fasi della creazione.

Di-segni in azione
Museo della Città Ala Nuova Cantiere disegno
(durata 2 h) per scuole di ogni ordine e grado; bambini (da 6 anni), giovani, adulti e famiglie
A cura di Sonia Fabbrocino
Il laboratorio indaga le potenzialità espressive del gesto, le molteplici espressioni del segno e della linea e la loro organizzazione in disegno.
L’immagine si costruisce attraverso un susseguirsi di segni, un groviglio che modifica continuamente la forma, con la volontà di svelarne la segreta natura.
L’azione fisica proiettata sul grandi fogli da disegno, guida ad esplorazioni gestuali coordinate e alle diverse tipologie di segno corrispondenti. Saturando la superficie del foglio si creano vere e proprie mappe cinetiche: fantasiose figurazioni di personaggi, animali, figurazioni vegetali o zoomorfi.
Si consiglia abbigliamento comodo e da sporcare.

Linee, segni e disegni
Museo della Città, Profili del mondo e La linea continua
(durata 2 h) per scuola secondaria; ragazzi (da 10 anni) e adulti
A cura di Antonietta Corsini

Profili angelici
Castel Sismondo, Profili del cielo. La cupola di Loreto nei disegni del Pomarancio e di Cesare Maccari
(durata 2 h) per scuola secondaria; ragazzi (da 10 anni) e adulti
A cura di Antonietta Corsini

Disegni da collezionare
Castel Sismondo, Galileo Chini. Disegni dalla collezione familiare
(durata 2 h) per scuola secondaria; ragazzi (da 10 anni) e adulti
A cura di Antonietta Corsini

I partecipanti frequentano gli spazi dei laboratori di Antonietta Corsini a diretto contatto e a confronto con le opere esposte nelle mostre indicate, cimentandosi nella realizzazione di interpretazioni di un particolare o dell’intera opera.
L’espressione creativa diviene momento di comprensione e conoscenza dell’opera stessa e delle tecniche artistiche, sviluppando nel contempo le capacità manuali.

Esploratori riminesi… una mappa
Museo della Città  Il fondo di Adolphe Noël della Biblioteca Gambalunga, FAR L’acqua disegna
(durata 1,5 h) per scuola primaria (da 8 anni)
A cura di Cinzia Domizi
Dopo aver osservato le mappe esposte e averne carpito i messaggi, le tecniche e le funzioni, i partecipanti, introdotti nella Rimini dell’800 grazie alla proiezioni di immagini d’epoca, tracciano una mappa della città di quel secolo utilizzando l’iconografia per raccontare usi, costumi, mezzi di trasporto, monumenti…
L’attività prevede l’impiego di tecniche miste: dal disegno a china e acquarello, alle spugnature, al collage.

Arte contemporanea

Percorsi sull’uso didattico-espressivo dell’arte contemporanea
FAR e Museo della Città Profili del Mondo, Museo della Città Ala Nuova Cantiere disegno
(durata 2 h) per scuole di ogni ordine e grado; bambini (da 6 anni), giovani, adulti e famiglie
A cura di Sonia Fabbrocino
La didattica dell’arte contemporanea si offre come risorsa e strumento d’indagine interdisciplinare volta ad ampliare l’offerta educativa e formativa attraverso pratiche didattico espressive legate ai codici e linguaggi della comunicazione visiva contemporanea. Ogni esposizione è occasione di approfondimenti orientati alla sensibilità, all’ascolto, a sperimentare tematiche e interessi di attualità con modalità inedite.
Un apprendimento di tipo attivo, lungo percorsi fondati sul processo creativo a partire dalla relazione che ognuno stabilisce con l’opera d’arte tra emozione e cognizione, e da pratiche basate sulla decodifica dell’oggetto artistico. Il lavoro integra contenuti, linguaggi e tecniche per nuove produzioni artistiche, grafiche-pittorichei-plastiche e corporee, elaborate con tecniche miste.

Modelliamo l’acqua
FAR  L’acqua disegna
(durata 1,5 h) per scuola primaria, per scuola secondaria;  ragazzi (da 9 a 12 anni), giovani (da 17 anni) e adulti
A cura di Eleonora Gessaroli
Nel visitare la mostra si mettono in evidenza le qualità intrinseche dell’acqua per poi lasciare spazio a una libera interpretazione creativa.
I più piccoli vengono guidati a scoprire le qualità dell’acqua attraverso i cinque sensi e gli animali che la popolano; i più grandi, liberi di modellare l’argilla, vanno alla ricerca di una forma che rappresenti la loro idea di questo elemento.

Il paesaggio: umano, naturale e ideale
FAR e Museo della Città,  Profili del mondo
(durata 2 h) per scuole di ogni ordine e grado; bambini (da 6 anni), giovani, adulti e famiglie
A cura di Sonia Fabbrocino
Corpo umano e paesaggio come geografie simboliche che s’incontrano e si raccontano nella rappresentazione. Siamo parte integrante della natura e ci rapportiamo ad essa attraverso il corpo, in particolare con i sensi, strumento di conoscenza e di espressione artistica-
I partecipanti, coinvolti in un’azione creativa ed emozionale, rielaborano l’esperienza soggettiva. Una dimensione personale attraverso la creazione di un elaborato grafico-pittorico di un paesaggio umano, naturale, ideale e narrativo. Il paesaggio come spazio intimo, vissuto e contemplato, territorio da indagare nella percezione fisica, emozionale e immaginativa, la cui materia dà forma al suo profilo del mondo.
Un viaggio creativo ed emozionale, dove ognuno può disegnare la propria idea di paesaggio fisico e mentale, mediante l’utilizzo di materiali, immagini, oggetti ed elementi naturali. Partendo dalla proiezione del proprio corpo-volto, avendo a disposizione riproduzioni di mappe geografiche da rielaborare.

Altre proposte

Sfumature in bianco e nero
Museo della Città  Profili del mondo
(durata 1,5 h) per giovani (da 14 anni) e adulti
A cura di Eleonora Gessaroli
Sulla scia dei diversi paesaggi osservati in mostra, ogni partecipante realizzerà un personale elaborato grafico sperimentando la tecnica del chiaro-scuro.

Utilizzando quindi gli stessi semplici materiali dei grandi artisti come Guido Reni, Guercino, Nicolas Poussin si indagherà una propria realtà esplorando le avvolgenti e rarefatte atmosfere create dalla fusaggine. Un’emotiva indagine personale basata solo su sfumature di bianco e nero.

Sperimentazioni grafiche
Museo della Città Linea continua, Museo della Città Ala Nuova Cantiere disegno
(durata 1,5 h) per ragazzi da 9 anni o adulti
A cura di Eleonora Gessaroli
L’attività offre l’occasione per focalizzare l’attenzione sulla linea, retta, curva, sugli  incroci e i motivi decorativi,  per poi divertirsi a sperimentarne le infinite possibilità grafiche, creando una personale decorazione. Su fogli di grande formato, i partecipanti compongono gesti grafici in cui la linea è la protagonista indiscussa: libera, veloce, sciolta o impostata. Un’esperienza per giocare con la linea, scoprire le difficoltà del disegno senza l’ausilio di strumenti geometrici, ma anche la bellezza del segno creato in libertà, con immediatezza.

Dire, fare, suonare. Alla ricerca dei suoni e delle emozioni
Museo della Città Profili del mondo
(durata 2 h) per scuole di ogni ordine e grado
A cura di Giacomo Depaoli
Un atelier didattico-creativo che, partendo dai materiali e arrivando alla costruzione degli oggetti sonori e dei suoni, intende sviluppare la capacità di utilizzare il suono e la materia sonora.
Utilizzando differenti metodologie di approccio a seconda dell’età dei partecipanti, si entra in contatto con gli strumenti in maniera ludica, ma attenta e costruttiva, creando la consapevolezza che generare suoni è possibile cercandoli dentro le cose, le forme, anche riciclando e riassemblando materiali d’uso comune con uno sguardo al passato, al presente e al futuro. Partendo dal proprio corpo e trasformandolo in corpo-strumento, con l’aiuto di oggetti sonori costruiti, in gruppo ci si avvicina alla produzione musicale.

I gruppi scolastici, su prenotazione, possono svolgere attività didattica nelle mostre ospitate al Museo della Città (escluse quelle nell’Ala Nuova) nei seguenti, più ampi orari
da martedì a venerdì ore 9-19
sabato ore 9-21
domenica e festivi  11-21
Orari della Biennale

Orari di apertura

Tutte le sedi (tranne Palazzo Lettimi e Oratorio San Giovannino)
  • da mercoledì a venerdì ore 11-19
  • sabato, domenica e festivi ore 11-21
  • chiuso lunedì e martedì

    Palazzo Lettimi: da mercoledì a sabato ore 11-19.30 / domenica chiuso

    Oratorio di San Giovannino: da mercoledì a venerdì durante tutto il mese di maggio, il 3 giugno e il 1 luglio la mostra allestita presso l’Oratorio chiuderà alle ore 17.30

#myBiennaleRN