I Sironi di Sironi. La raccolta dello studio

a cura di Claudio Spadoni

Castel Sismondo piazza Malatesta

 

Bozzetti, disegni, cartoni preparatori per presentare al pubblico nella sua totalità la figura di un artista straordinario del quale lo stesso Picasso tesse le lodi dicendo: “Avete un grande artista, forse il più grande del momento e non ve ne rendete conto”. ci sono voluti più di cinquant’anni e un attento lavoro di revisione critica per riabilitare Sironi e comprendere che è stato e continua a essere un grande maestro di statura europea sempre poco considerato in Italia a causa del suo percorso artistico influenzato dalla vicende politiche di un Paese segnato dalle trasformazioni sociali, dalla tragedia della guerra, dal regime fascista al quale aderì. Tutti i disegni sono da collezione privata provengono dall’archivio e dallo studio dell’artista.
Pittore, illustratore, grafico, scultore, decoratore, scenografo: è Mario Sironi, tra i più grandi maestri del Novecento italiano. Attraverso le sue opere più significative prestate dai maggiori musei e dalle maggiori collezioni private si intende ricostruire il suo intero percorso artistico, dagli esordi simbolisti al momento divisionista, dal periodo futurista a quello metafisico, dal Novecento Italiano, la corrente artistica di cui fu uno dei fondatori, alla magnificenza della pittura murale, dove trovano sfogo figure monumentali, fino all’ultima produzione negli anni del secondo Dopoguerra segnata da una tormentata espressività.
Il mondo di Mario Sironi popolato anche da uomini che acquisiscono dignità nell’assolvimento del proprio dovere, lavorando e soffrendo: soggetti umili ma grandiosi e possenti allo stesso tempo. Un lavoro di ricerca, il suo, che è una lezione di tragedia intrisa di drammaticità, tensione, espressività e di monumentalità resa attraverso la solennità, l’equilibrio, il volume, aspetti che Sironi deriva dalla storia e dalla classicità italiana.

Per tutte le immagini: Mario Sironi, Londra, collezione privata

Orari di apertura

Tutte le sedi (tranne Palazzo Lettimi e Oratorio San Giovannino)
  • da mercoledì a venerdì ore 11-19
  • sabato, domenica e festivi ore 11-21
  • chiuso lunedì e martedì

    Palazzo Lettimi: da mercoledì a sabato ore 11-19.30 / domenica chiuso

    Oratorio di San Giovannino: da mercoledì a venerdì durante tutto il mese di maggio, il 3 giugno e il 1 luglio la mostra allestita presso l’Oratorio chiuderà alle ore 17.30

#myBiennaleRN

<!– [alpine-phototile-for-instagram id=955 user=”biennaledisegno” src=”user_tag” tag=”mybiennalern” imgl=”fancybox” style=”vertical” size=”M” num=”2″ shadow=”1″ border=”1″ highlight=”1″ curve=”1″ align=”center” max=”100″] –>