A Rimini parte Disegno Festival, all’interno della Biennale del Disegno 2016, una settimana di approfondimenti, reading, perfomance, incontri con gli artisti e con i curatori e tanto altro ancora sul disegno, un calendario fitto di eventi, workshop e laboratori http://www.biennaledisegnorimini.it/disegno-festival

Si concentra negli ultimi due weekend di maggio e non solo il DISEGNO FESTIVAL della Biennale di Rimini che apre i suoi spazi a sette giorni fitti di appuntamenti incentrati sul disegno: dai workshop agli incontri con gli autori, dalle rassegne ai reading, fino alle performance.

Dal 20 al 22 maggio e dal 27 al 29 maggio al foyer del teatro Galli (piazza Cavour) tutte le mattine del Festival, dalle ore 11 ospita Story Telling, racconti sull’Eroico Manoscritto – esposto al Galli fino alla chiusura della Biennale del Disegno il 10 luglio – a cura di Claudio Cavalli e Artexplora. L’impresa del più grande codice miniato donato alla Biblioteca Malatestiana di Cesena viene narrata e sfogliata dagli ideatori del progetto in veste di cantastorie.

Dal 20 al 22 maggio negli spazi della Domus del Chirurgo (piazza Ferrari) mattino e pomeriggio l’iniziativa Un disegnatore al giorno a cura di Komikazen ospita per tre giorni dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 18 tre disegnatori si alterneranno nella Domus romana e lavoreranno in loco. I visitatori potranno osservare in diretta il farsi del loro lavoro. Ciascuno realizzerà un racconto di immagini ispirato da questo suggestivo luogo della città e dalla storia che custodisce. Le tre narrazioni verranno successivamente raccolte in un libro collettivo a fumetti che sarà anche il catalogo del progetto. (Gli eventi sono in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Bologna). Venerdì 20 maggio e sabato 21 maggio disegnano Simone Pace e Maurizio Lacavalla, con Squaz e Angelo Mennillo; domenica 22 maggio disegna Chiara Abastanotti.

Sabato 21 maggio all’Ala Nuova del Museo della Città piano terra ore 16 in collaborazione con l’Università degli Studi della Repubblica di San Marino Corsi di Laurea Triennale e Magistrali in Design i “Disegni sulla sabbia” sono a cura di Sergio Menichelli e Davide Di Gennaro.

Komikazen al Teatro degli Atti di via Cairoli 42 dalle ore 16.30 presenta “Disegnare Valentina di Crepax”: Adriano De Vincentiis dialoga con Micol Beltramini. Si prosegue con l’Anteprima assoluta dell’omaggio a una delle icone del fumetto italiano “Disegnare Primo Levi”, presentazione di “Una stella tranquilla” con l’autore Pietro Scarnera intervistato da Elettra Stamboulis.

Alle ore 18 presentazione di “Cinema Zenit” con l’autore Andrea Bruno, intervistato da Gianluca Costantini e alle ore 19 “Il disegno salva mondi” vede Diala Brisley, illustratrice siriana, raccontare la sua esperienza di disegnatrice nei campi profughi del Libano, condotta da Tahar Lamri.

Domenica 22 maggio al Museo della Città, Sala Bellini (via Tonini 1) alle ore 15.30 Alessandro Marchi racconta Il viaggio di San Sigismondo stiacciato di Agostino di Duccio proveniente dal Castello Sforzesco di Milano.

Al Teatro degli Atti il pomeriggio Komikazen, dalle ore 17, presenta “Il romanzo di formazione”, una presentazione della Graphic Novel “Sputa tre volte” con l’autore Davide Reviati. Si prosegue con “Disegnare il giornalismo” di Graphic News, primo portale italiano di informazione disegnata, e Drawing the Times, portale olandese. Entrambe raccontano cosa significhi fare informazione disegnando. Alle ore 19 “Disegnare i giusti” prevede la presentazione de “L’argine” con gli autori Marina Girardi e Rocco Lombardi e alle ore 20.30 si svolge la performance di Marina Girardi e Rocco Lombardi con musica dal vivo dei Ronin.

Da lunedì 23 a mercoledì 25 maggio si svolge INTRAFESTIVAL che esordisce con un evento d’eccezione dedicato ad Andrea Pazienza.

Lunedì 23 maggio, nel giorno del compleanno del celebre fumettista – che avrebbe compiuto 60 anni – la Biennale del Disegno ospita un grande evento in occasione dell’uscita su Repubblica dell’opera omnia del grande disegnatore. La serata, a cura di Egisto Quinti Seriacopi, si svolge nella splendida cornice di Villa Embassy (viale Vespucci 33) con Marina Comandini Pazienza, Giovanni Ferrara (Fandango Editore), Luca Raffaelli (giornalista e scrittore), Erica Shuster (La Repubblica).

Per celebrare Andrea Pazienza la Biennale del disegno di Rimini ospita già 100 opere, disegni tavole fumetti inediti, esposte al Teatro Galli nella mostra monografica dal titolo: “… credevo fosse uno sprazzo, invece era un inizio.”, che ha inaugurato il 23 aprile e che rimarrà aperta fino al 10 luglio.

Martedì 24 maggio al museo della Città, Sala del Giudizio (via Tonini 1) alle ore 17, si svolge un dialogo in semicerchio a cura del Collettivo Arteda con Rosita Lappi (psicoanalista) e Monia Battarra (psicologa e psicoterapeuta espressiva, danza movimento terapeuta) dal titolo: “Disegno, corpo e arti terapie”.

Mercoledì 25 maggio il museo invece ospita “Nonsoloscarabocchi e altre storie” a cura di Fiorella Zangari e Gruppo Atelieriste scuole dell’infanzia Comune di Rimini con due videonarrazioni: Mario e la gatta Lulù e Le avventure di Trasp.

Venerdì 27 maggio all’Oratorio di San Giovannino (via Dante 18) alle ore 15.30 l’appuntamento è con “Il Disegno dipinto” racconto della mostra a cura di Ivana Balducci e Alessandro Giovanardi con allestimento del Sansone e Dalila di Cesare Pronti, grande opera proveniente dalla galleria Altomani & Sons Pesaro. Al Museo della Città, Sala degli Arazzi (via Tonini 1) ore 17.30 Quattro parole sul disegno con la responsabile dei Disegni dalle raccolte Piancastelli di Forlì Antonella Imolesi Pozzi , sul tema “Dall’utile al pittoresco” e con Claudio Casadio che parla di Domenico Rambelli e “Il volume del segno esplorato”. Sempre al Museo della Città, nella Sala del Giudizio (via Tonini 1) ore 18.30 la performance di Teatro Danza in dialogo con i costumi scultura di Sonia Biacchi dal titolo: “Disegno / Danza – Barbara Martinini Vele”. Alla Cineteca Comunale (via Gambalunga 27) ore 21 per l’Incontro con l’autore, Eleonora Frattarolo dialoga con Tullio Pericoli. Seguirà proiezione dei video Sulla Terra e trentasette Ritratti sonori di Toni Servillo

Sabato 28 maggio all’Auditorium Istituto Lettimi (via Cairoli 42) la rassegna “Quattro parole sul disegno” presenta alle 16 Giulio Zavatta, Il modello ritrovato con Francesco Coghetti e il velario del teatro Galli mentre alle 17,30 Fausto Battistel sull’Umanizzata e amorevole forma racconta i disegni di Luigi Poletti per il teatro di Rimini. Dalle ore 17.30 l’Incontro / concerto con la curatrice Rosita Copioli che parla della mostra: “Disegni dai Nuovi Mondi” e Caterina Tonini con Piero Corradino Giovannini presentano “Lo spartito ritrovato” evento musicale sullo spartito di Pio Galli dedicato ad Alessandro Castracane, un’aria su testo di Carlo Tonini. Alle ore 21 si esibisce il duo Visconti-Prasca / Borgatti (Marco Visconti-Prasca: saxofono; Andrea Borgatti: percussioni, elettronica) introduce Emiliano Battistini con 4 parole tra disegno e musica.

Domenica 29 maggio, l’ultimo giorno di Disegno Festival prevede al Museo della Città nella Sala degli Arazzi (via Tonini 1) alle ore 10.30 l’incontro è con Fabrizio Panozzo (Università Cà Foscari); Raffaele Quattrone (Curatore arte contemporanea); Mala Arti Visive; Sergio Paolin (Arbos) dal titolo “Disegnare Quaderni, un progetto d’arte a tiratura industriale”.

Alle ore 15.30 gran finale con Massimo Pulini, ideatore e curatore della Biennale del Disegno di Rimini parla dell’Unica e irripetibile: l’incisione impossibile di Claude Mellan. Dal titolo “F.F.: Fornasetti e Fellini, temi e variazioni” sono i confronti surrealisti a cura di Gianluca Lo Vetro e Barnaba Fornasetti con l’allestimento di alcune opere di Piero Fornasetti accanto al Libro dei Sogni di Federico Fellini. Si prosegue con “Il giorno dei doni”, un collezionista londinese lascia al Museo della Città un bozzetto di Filippo Bellini (1550-1603) mentre Rita Oliva dona una raccolta di video alla Cineteca Comunale. Infine alcuni artisti lasciano alla Biennale Disegno una propria opera: Luigi e Adriana Valentini donano il disegno del Sipario, opera di Francesco Coghetti (1802-1875) Mino Devanna dona un ritratto di Giuseppe Verdi che celebra la prima del Teatro di Rimini (1857).

Il FINALE FESTIVAL è alla Spiaggia del Rock Island (p.le Boscovich) alle ore 18
con la performance “Segni sull’acquadi Claudio Gasparotto (movimento, coreografia) e
Fabio Mina (flauto, fiati, live electronics).

E ancora workshop e visite guidate, il programma completo qui.


Per informazioni:

  • Assessorato alla Cultura del Comune di Rimini – Musei Comunali
  • Telefono: 0541 704414/704416/704424 mail: musei@comune.rimini.it
  • www.riminiturismo.it

 

Ufficio stampa:

  • Emilio Salvatori Comune di Rimini
  • ufficio.stampa@comune.rimini.it – 0541 704262
  • Tatiana Tomasetta
  • cultura@aptservizi.com – 338 9179905