Cantiere Disegno: gli artisti

Elena Hamerski

 

Herbarium costituisce una nuova tappa dell’indagine di Elena Hamerski sul tema delle ‘sterili nature’. Questa volta a essere rappresentate con tecnica pittorica su carta sono alcune tavole di formato allungato che rappresentano essenze della flora mediterranea; queste essenze sono accomunate dall’essere tutte piante officinali, con un potenziale quindi curativo, ma allo stesso tempo si tratta di essenze velenose, anche con un intrinseco potenziale tossico. La natura offre anche così il suo volto ambiguo di madre e matrigna. Anche da un punto di vista formale l’Herbarium sta a metà tra le tavole botaniche, per lo sguardo lucido e la composizione rigorosa con cui i soggetti sono ritratti, e le sofisticate composizioni di natura morta, per l’utilizzo estremamente pittorico e prezioso del nero come sfondo e gli effetti raffinati del tratto a pastello.

 

Elena-Harmerski

Elena Hamerski
Piante medicianli e velenose della flora italiana, Plantaginacee,
Rubiacee, Caprifogliacee, Valerianacee, n.26, Valeriana officinalis, 29,7x21 cm,
pastello, carbone e olio di lino su carta, 2015

 

http://www.elenahamerski.com/

 

Nasce a Forlimpopoli (13/01/1989), vive e lavora a Forlì, Italia.
Educazione: Liceo artistico – Forlì (2000) / Accademia di Belle Arti di Bologna – Arti Visive – Pittura(2008)(2012) / Accademia di Belle Arti di Bologna – Didattica dell’arte e Mediazione del Patrimonio artistico e culturale(2012).

Cantiere disegno
Cinquanta artisti nelle stanze del contemporaneo
a cura di Annamaria Bernucci, Andrea Losavio, Massimo Pulini
Museo della Città via Tonini 1, 23 aprile – 10 luglio 2016
Ala Nuova del Museo

Orari di apertura

Tutte le sedi (tranne Palazzo Lettimi e Oratorio San Giovannino)
  • da mercoledì a venerdì ore 11-19
  • sabato, domenica e festivi ore 11-21
  • chiuso lunedì e martedì

    Palazzo Lettimi: da mercoledì a sabato ore 11-19.30 / domenica chiuso

    Oratorio di San Giovannino: da mercoledì a venerdì durante tutto il mese di maggio, il 3 giugno e il 1 luglio la mostra allestita presso l’Oratorio chiuderà alle ore 17.30

#myBiennaleRN