Paolo Rosa. Disegni per Studio Azzurro

a cura di Roberto Paci Dalò e Osvalda Centurelli

Istituto Musicale Lettimi, 12 aprile – 8 giugno 2014

paolo rosaAll’interno del programma della Biennale Disegno Rimini viene presentata la prima mostra interamente dedicata al disegno dell’artista Paolo Rosa.

Co-fondatore di Studio Azzurro nel 1982 Paolo Rosa ha creato con lo Studio nell’arco di tre decenni un imponente corpus di opere.
Film, installazioni video interattive, pubblicazioni. Nonostante il disegno sia stato una pratica costante e quotidiana per Rosa, non è mai stata realizzata una mostra specifica che qui viene presentata per la prima volta. Benché cresciuto a Milano, Paolo Rosa è nato a Rimini ed ha sempre conservato un affetto particolare per la sua città natale passandoci tutto il tempo possibile “rubato” ai suoi continui viaggi in tutto il mondo per i progetti dello Studio. La città ha ricambiato questa dedizione premiandolo nel 2011 con il Sigismondo d’Oro (il premio che viene conferito ai cittadini che con la loro attività hanno onorato la città di Rimini nel mondo).

In mostra sono esposti disegni che nella maggior parte dei casi sono stati creati in relazione ai progetti multimediali di Studio Azzurro. Disegni quindi strettamente intrecciati alla loro espansione nello spazio attraverso video, luce e suono. La scelta della sede (l’Istituto musicale Lettimi) è nata anche dal desiderio di creare un ambiente acustico ai materiali visivi esposti. Un suono che però non è una traccia audio pre- composta e diffusa nello spazio, bensì un suono vivente proveniente dalle aule, dalle classi dei vari strumenti, dalle prove degli ensemble e dell’orchestra. Una scelta questa debitrice dell’opera di
John Cage sottolineando l’importanza del caso e dell’aleatorietà. Con l’espressione “pensare con le mani”, Paolo Rosa ben sintetizza un suo approccio al mondo della creazione. Per lui il disegno si distacca dalla tradizione pittorica e plastica per rivolgersi alle nuove tecnologie. “È un gesto procreativo, perché comporta in sé sia la manifestazione del segno sia il concepimento dell’opera.”
Per lui il disegno è l’anima di un’opera d’arte perché ne determina il ritmo, un po’ come il montaggio nel cinema. Il disegno è quindi fortemente legato alla scansione temporale e  diversi ponendosi alla base della progettazione multimediale. Il disegno per Paolo Rosa è anche scatenante di un lavoro progettuale collettivo. È la lingua franca che permette la realizzazione di un’opera tecnologica complessa. Il disegno diventa l’elemento portante rendendo possibile una comunicazione
immediata tra i vari soggetti. Il disegno è il modo per far incrociare in un unico momento tutti i punti di vista svincolandoli dai fraintendimenti e dalle ambiguità della comunicazione verbale. Il segno si mostra per ciò che è. Nudo nel suo apparire. I disegni di Paolo Rosa evocano anche un mondo giapponese. Una cultura dove il disegno, il tratto, è sempre stato importantissimo e dove è interessante notare come pensieri “alti” e complessi siano solitamente evocati da disegni “infantili”. Se guardiamo ai disegni di architetti, artisti, progettisti giapponesi il tratto comune è proprio questa semplicità che similmente emerge anche dalla mano di Rosa.

Istituto Musicale Lettimi
via Cairoli 44 – 47923 Rimini
tel. 0541-793840 – fax 0541-793849
http://www.istitutolettimi.it/

Orari di apertura
dal 17 al 22 aprile compreso ore 16.00-19.00
23, 24 aprile ore 8.00-19.30 25
26 e 27 aprile ore 16.00-19.00
28, 29, 30  aprile ore 8.00-19.30
1  maggio ore 16.00-19.00
2  – 3 maggio ore 8.00-19.30
domenica 4 maggio ore 16.00-19.00
dal 5 maggio all’8 giugno: da lunedì a venerdì ore 8-19.30/sabato 8-13/chiuso domenica e festivi

mappa dei luoghi

ingresso libero

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *