Krobylos un groviglio di segni. Da Parmigianino a Kentridge

FAR Fabbrica Arte Rimini e  Museo della Città / Sala delle Teche, 12 aprile – 8 giugno 2014

A cura di Alessandra Bigi Iotti, Marinella Paderni, Massimo Pulini, Giulio Zavatta

Organizzazione Comune di Rimini/Musei Comunali
In collaborazione con: Gabinetto dei Disegni e delle Stampe degli Uffizi di Firenze, Pinacoteca Comunale di Faenza, gallerie e collezionisti privati.

Guercino, Tintoretto, Beccafumi, Reni, Creti, Cecco Bravo, Taddeo Zuccari, Orsi, Cambiaso, Gandolfi, Tiepolo, Rosa, Palma il Giovane, Giani Tiarini, Canuti …

Stefano Arienti, Emanuele Becheri, Luca Bertolo, Irma Blank, Alighiero Boetti, Chiara Camoni, Giuseppe Capogrossi, Gianni Caravaggio, Francesco Carone, Mariana Castillo Deball, Roberto Crippa, Tony Cragg, Hanne Darboven, Giovanni De Lazzari, Fortunato Depero, Piero Dorazio, Léon Ferrari, Lucio Fontana, Michele  Guido, Shilpa Gupta, Paolo Icaro, Joan Jonas, William Kentridge, Sol LeWitt, Piero Manai, Dacia Manto, Eva Marisaldi, Georges Mathieu, Eliseo Mattiacci, Marisa Merz, Marzia Migliora, Sabrina Mezzaqui, Hermann Nitsch, Claudio Parmiggiani, Francesco Pedrini, Achille Perilli, Jorge Peris, Leonardo Pivi, Franco Pozzi, Tomas Saraceno, Emilio Scanavino, Serse, Kiki Smith, Tancredi, Antoni Tàpies, Nicola Toffolini, Luca Trevisani, Emilio Vedova, Erwin Wurm

KrobylosKrobylos. Un groviglio di segni, da Parmigianino a Kentridge per la ricchezza, varietà e preziosità dei materiali esposti si configura come l’esposizione di punta della Biennale del Disegno di Rimini.

La mostra, allestita nelle due sedi espositive del Museo della Città e della FAR, intende proporre attraverso una serie di confronti altamente suggestivi tra il disegno antico dei grandi maestri del Rinascimento e del Barocco e quello di artisti moderni e contemporanei, una visione complessa e innovativa del concetto di Disegno, ricercando, tramite assonanze formali, tecnico compositive o iconografiche, un senso più profondo e comune del mistero della linea e del disegno.

Le opere antiche – tra cui figurano i nomi di Guercino, Tintoretto, Beccafumi, Reni, Cecco Bravo, Taddeo Zuccari, Orsi, Cambiaso, Tiarini, e tanti altri – sono state selezionati dai curatori presso il Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi di Firenze, la più famosa e prestigiosa raccolta di disegni al mondo, oltre che da alcune collezioni e gallerie nazionali e internazionali. Oltre a diverse opere di artisti “storici” del Novecento, quali Depero, Fontana, Vedova, Dorazio, Tancredi, Caporossi e Hartung, figura una significativa serie di opere di artisti contemporanei del calibro di Alighiero Boetti, Tony Cragg, William Kentridge, Marisa Merz, Sol LeWitt, Hermann Nitsch, Kiki Smith e molti altri. La scelta degli artisti comprende sia figure di riferimento mondiale che una serie di giovani talenti italiani come Emanuele Becheri, Chiara Camoni, Francesco Carone, Giovanni De Lazzari, Dacia Manto, Luca Trevisani.

catalogo della mostra
a cura di Alessandra Bigi Iotti, Marinella Paderni, Massimo Pulini, Giulio Zavatta edito da Medusa Edizioni

FAR Fabbrica Arte Rimini
piazza Cavour – 47921 Rimini

Museo della Città
via L. Tonini, 1 – 47921 Rimini
tel 0541 793851
e-mail: musei@comune.rimini.it
http://www.museicomunalirimini.it/

Orari di apertura
dal martedì al venerdì ore 16.00-22.30
sabato, domenica, prefestivi e festivi ore 10.00-23.00
chiuso lunedì non festivi

mappa dei luoghi

Ingresso libero