Hugo Pratt, il segno dell’avventura

a cura di Egisto Seriacopi/Cartoon Club

Castel Sismondo, 12 aprile – 8 giugno 2014

 

Pratt_1 Hugo Pratt ritorna a Rimini. Per la prima volta, con 90 opere che percorrono tutta la sua straordinaria carriera artistica. Acquerelli, chine, serigrafie. Ritorna, perché Hugo Pratt (1927-1995) nasce a Rimini, “… per caso”, così diceva con un sorriso, e con quella sua voce calda, dal tono forte e dalla cadenza veneta. La famiglia era diretta a Venezia. Era il 15 giugno di una calda estate riminese. Hugo, viene registrato presso il comune della città di Rimini. E la famiglia riparte, quasi immediatamente con direzione laguna, dove Hugo passerà tutta l’infanzia in un ambiente familiare, cosmopolita e stimolante.
Il nonno paterno Josef ha origini inglesi, mentre quello materno è un ebreo marrano. La nonna è di origine turca. In questo incontro di razze, credenze e culture che si mescolano in continuazione, la madre, Evelina Genero, è l’appassionata di scienze esoteriche, dalla cabala alla cartomanzia, mentre il padre Rolando è un uomo del suo tempo, un militare di carriera che nel 1936 viene trasferito nella colonia italiana dell’Abissinia. Inizia così per Hugo Pratt la giovinezza africana.
Arruolato dal padre a soli 14 anni, entra in contatto con il mondo militare allora presente in Abissinia.
Pratt_2Conosce non solo l’esercito italiano, ma anche quello inglese, l’abissino, il senegalese, il francese, ecc; il fascino di tutte quelle divise, di quegli stemmi, dei colori, dei volti, rimarrà sempre con lui. Allo stesso tempo, fa amicizia con i ragazzi abissini della sua età grazie a i quali impara la lingua locale, riuscendo a integrarsi in un mondo che solitamente rimaneva estraneo ai colonizzatori. Sono gli anni in cui si appassiona al romanzo d’avventura. Legge avidamente i libri di James Oliver Curwood, lo scrittore statunitense cantore del Grande Nord. Zane Grey, autore di romanzi e racconti che idealizzavano il vecchio West, e Kenneth Roberts. Scopre anche i fumetti d’avventura americani. In particolar modo, sarà la lettura di Terry e i Pirati, una delle tante meravigliose creature di Milton Caniff, ad affascinarlo. Così tanto da far nascere in lui la determinazione a diventare, da grande, un autore di fumetti. Il suo lavoro lo porterà ad essere con “Corto Maltese, una ballata del mare salato” (1967) anche il “padre del Romanzo Disegnato, oggi definito universalmente Graphic Novel.
Egisto Quinti Seriacopi per Cartoon Club

Castel Sismondo
piazza Malatesta – 47921 Rimini

Orari di apertura
dal martedì al venerdì ore 16.00-22.30
sabato, domenica, prefestivi e festivi ore 10.00-23.00
chiuso lunedì non festivi

mappa dei luoghi

ingressi
intero € 5,00
ridotto € 3,00 (ragazzi fino a 14 anni, adulti oltre 65 anni e gruppi di almeno 12 persone)
con D CARD € 2,50