Cantiere Disegno: gli artisti

Andrea Bruno

 

Il segno può forse rappresentare l’altra parte del racconto, quella per cui le parole non bastano.
Con Cinema Zenit volevo sperimentare, inventare un mondo immaginario autonomo che esiste anche se può risultare incomprensibile.
Mi piace, nei fumetti, l’idea di “Teatro”, inun’accezione molto infantile, più che Teatro direi proprio un teatrino, un teatrino di carta.
Alla fine i fumetti sono anche questo,sono dei pupazzetti di carta che tu disegni e che si muovono nella mente del lettore.

Andrea Bruno

Andrea-Bruno_cinema-zenit-2

Cinema Zenit 2”, inchiostro su carta, anno 2015

http://blackindianink.tumblr.com/

Andrea Bruno (Catania, 1973) è un fumettista e illustratore italiano. I suoi lavori sono apparsi su numerose riviste e antologie italiane e internazionali. Ha pubblicato l’albo Black Indian Ink (Centro Fumetto Andrea Pazienza, 1999; Amok, 2000), la raccolta di disegni Disapperarer (Coconino Press, 2001) i volumi Brodo di niente (Canicola, 2007; Rackham 2008) e Sabato tregua (Canicola, 2009). Nel 2000 ha ricevuto il “premio Attilio Micheluzzi – Nuove strade” al Napoli Comicon e il premio “Lo straniero”; nel 2007 il premio come “Miglior Autore Unico” a Lucca Comics & Games; e nel 2010 il premio “Attilio Micheluzzi come Miglior Disegnatore” al Napoli Comicon. Ha esposto in diverse mostre personali e collettive in Italia e all’estero. Nel 2005 è stato tra i fondatori del gruppo Canicola, con il quale ha dato vita all’omonima rivista. Al momento è al lavoro sul completamento di Cinema Zenit, storia in tre episodi pubblicata sempre da Canicola, che sarà oggetto della mostra che BilBOlbul gli dedicherà. Viva e lavora a Bologna.

Cantiere disegno

Quaranta artisti nelle stanze del contemporaneo

a cura di Annamaria Bernucci, Andrea Losavio, Massimo Pulini

Museo della Città via Tonini 1, 23 aprile – 10 luglio 2016
Ala Nuova del Museo